domenica 24 febbraio 2008

Il polipo come lo cucino io

Il primo sole che scalda e subito mi sono lasciato trasportare…
…sabbia, mare, profumo di salsedine…, ecco che ho preparato il polipo come piace a me!
Oggi l’ho accompagnato ad una birra stout prodotta dalla Carlow Brewing Company, la O’hara’s.
Una tradizionale birra scura irlandese, con un gusto fresco e leggero ma con una corposità piena e sorprendente. Nel 2000 questa birra durante il “Millennium Brewing Industry International Award” ha vinto il titolo di miglior birra stout tra i 74 birrifici che hanno partecipato all’evento. Una birra che consiglio. Per chi è di Milano la può trovare alla Birreria Decanter in via Piero della Francesca. Un piccolo negozio dove si possono acquistare birre provenienti da tutto il mondo e per tutti i gusti.

Tornando al polipo ecco la mia “personale” ricetta. Ingredienti per 3/4 persone:

un polipo di circa 1 kg
2 patate di media dimensione
1 gambo di sedano bianco
olive taggiasche
olio
sale rosso delle Hawaii
semi di senape
prezzemolo

Cuocete per 30/40 minuti il polipo in acqua leggermente salata con l’aggiunta di un cucchiaio di aceto, verificandone comunque la cottura di tanto in tanto con una forchetta od uno stuzzicadenti. Nel frattempo lessate a parte le patate che, successivamente, andranno sbucciate e tagliate a dadini. Tagliate a dadini anche un gambo di sedano bianco e tostate per un paio di minuti i semi di senape per esaltarne il sapore.
Quando il polipo è cotto tagliatelo a fettine con o senza pelle, a seconde del gusto. Mettete il polipo, le patate, il sedano, le olive in una insalatiera e mescolate il tutto aggiungendo olio a piacere e spolverando con sale rosso e semi di senape. Prima di impiattare aggiungete il prezzemolo fresco. Chi desidera può bagnare il tutto con del succo di limone. Una spruzzata iniziale di vino bianco limita l’assorbimento dell’olio. Questo piatto può essere servito sia come antipasto o come secondo. Per smaltire consiglio di andare in spiaggia a raccogliere conchiglie!

16 commenti:

  1. This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.

    RispondiElimina
  2. Ma lo sai che a me questa piace un sacco? Chissà se l'assaggerò mai? magfi

    RispondiElimina
  3. Che invitante questo polipo mmmmm ma ti devo dire che anche la birra scura mi piace molto!!! Baci e complimenti Alessia

    RispondiElimina
  4. m'intriga molto questa versione di polipo buona giornatsa

    RispondiElimina
  5. Sicuramente da provare questa versione; grazie della ricetta!;-))

    RispondiElimina
  6. Ciao Christian, sono felice per averti conosciuto e...complimenti per il tuo blog!
    Il tuo polipo mi piace molto (anche quella bella bottiglia di birra...amo l'Irlanda assomiglia alla Guinness? Magari un giorno riuscirò anche a passare alla Birreria Decanter), la preparazione non dovrebbe essere complicata, "ce la posso fa" per il sale..quello italiano va bene?!
    A presto.

    RispondiElimina
  7. Wowow... che ricetta stuzzicosa!! Soprattutto il tocco dei semi di senape!
    Bravo!

    RispondiElimina
  8. bella ricetta...
    adoro qualsiasi cosa che venga dal mare...ma con una birra scura (anche se questa non l'ho mai assaggiata, ma rimedierò) a me piaciono tantissimo i gamberi fritti...complimenti per il blog!!!

    RispondiElimina
  9. bella ricetta...
    adoro qualsiasi cosa che venga dal mare...ma con una birra scura (anche se questa non l'ho mai assaggiata, ma rimedierò) a me piaciono tantissimo i gamberi fritti...complimenti per il blog!!!

    RispondiElimina
  10. Conosco, conosco l'O'Hara, conosco conosco Decanter ;)) Ma non so come cucinare il polipo :) Cat

    RispondiElimina
  11. che buono questo polipo...che bella foto
    Annamaria
    http://ipiaceridellavita.myblog.it/

    RispondiElimina
  12. bellissimo sto polpo, i semi di senape tostati, la spruzzata di vino bianco... bello bello

    RispondiElimina