venerdì 11 novembre 2011

venerdì 4 novembre 2011

Sic

Golosaria

Tutte le info qui.

martedì 1 novembre 2011

Fagottini quasi siciliani

Quest’oggi ho preparato codesti fagottini "quasi siciliani". Quasi siciliani perchè mi sono ispirato a quelli preparati dal bar pasticceria “La siciliana” (Milano, via Teodosio 85), che sono ottimi.
Mi sono solo ispirato però, per l’involucro ho seguito la ricetta del pane ebraico Challah di Cavoletto, che trovate qui, e per la farcitura ho preparato due differenti composti. Per il primo ho cucinato la caponata siciliana originale, seguendo una ricetta di famiglia gentilmente passatami dalla mamma di Corinne. Per il secondo ho preparato dei funghi, semplicemente trifolati, ai quali ho poi aggiunto della fontina che in fase di cottura si è ben sciolta ed amalgamata ai funghi. Ovviamente potete farcirli con quello che desiderate. Dolce o salato. Gelato al cioccolato dolce un po' salato..

lunedì 31 ottobre 2011

I biscotti di Re Artù!

Facilissimi e velocissimi da preparare questi biscotti per tutte le occasioni.

Ingredienti:
1 uovo
200 gr farina
100 gr burro
100 gr zucchero

Frullate insieme il burro e lo zucchero, quando sono ben amalgamati aggiungete l'uovo e la farina fino ad ottenere un composto bello consistente. Con lo stesso fate una palla e riponetela per circa 1 ora nel frigorifero avvolta dalla carta pellicola. Successivamente stendete la pasta e fate dei biscotti utilizzando gli stampini che preferite. Mettete in forno a 180 gradi per circa 10 minuti e comunque fino a "perfetta" doratura. Per i bottoni e gli occhi (stampini da me utilizzati) potete utilizzare anche le gocce di cioccolato oppure le palline di zucchero argentate. Sbizzarrittevi come volete.., soprattutto se avete bambini piccoli.

domenica 30 ottobre 2011

Identità New York

Tutte le info qui.

martedì 25 ottobre 2011

Drive

Mi è piaciuto. Un bel film, con una bellissima colonna sonora. Ryan Gosling ha un’espressività pazzesca. Dice tutto anche quando non parla. L’ho visto in lingua originale ed è tutt’altra storia rispetto alla versione doppiata in italiano. Spesso è così, ma in questo film lo è in modo particolare. Assolutamente consigliato! Ora vado su iTunes ad acquistare la colonna sonora che ascolterò durante i viaggi in auto..

domenica 23 ottobre 2011

Variante..

..della torta alle pere.

Ingredienti:

150 gr di burro
150 gr di zucchero
180 gr di farina
50 gr di farina di mandorle
3 uova
2 pere
Cioccolato fondente
Mandorle
Lievito per dolci

Montate il burro ammorbidito a temperatura ambiente insieme allo zucchero. Incorporate per bene le uova e successivamente aggiungete la farina di mandorle setacciata, la farina ed il lievito (1 bustina oppure un cucchiaino).Mescolate il tutto e versate il composto in uno stampo per torte pre-imburrato ed infarinato e stendetelo bene fino ad ottenere una superficie liscia. Tagliate le pere a fettine ed appoggiatele sopra in vericale facendole leggermente sprofondare nell'amalgama. Infornate a 180 gradi per circa 45 minuti. Dopo la cottura, fate raffreddare la torta e spolveratela con le mandole a lamelle (le vendono già tagliate) e versate il cioccolato fondente, sciolto a bagno maria. La torta è pronta!

venerdì 21 ottobre 2011

D'O

Ogni volta che torno al D’O la bravura di Oldani viene per me confermata. Ogni volta che torno al D’O non riesco a non prendere la sua cipolla caramellata. E' accaduto anche questa sera.

Via Magenta, 20
Cornaredo - Milano
Tel 02 9362209

giovedì 20 ottobre 2011

Cucumis sativus

La cosa che mi piace di questa crema è che non si comprende subito quale sia l’ingrediente principale, e non è un difetto. Il cetriolo. Una verdura non sempre amata ma, per esperienza, in questo caso molto apprezzata.

Ingredienti per 4 persone:

4 zucchine (normalmente 1 per persona)
Yogurt magro 0.1
1 Cipollotto
1 Limone
Olio evo
Sale e pepe
Il necessario per un brodo vegetale
Caprino
Erba cipollina

Ho fatto resolare un cipollotto in un filo d’olio, ho aggiunto i cetrioli tagliati a pezzettini ed ho fatto cuocere per circa 10 minuti rigirando soventemente. Ho versato il brodo vegetale fino a coprire i cetrioli, ho aggiunto una scorza di limone grattuggiata, del sale ed ho fatto cuocere per circa 30 minuti a fuoco lento. Ho frullato il tutto con il minipimer, ho tritato del pepe nero ed ho lasciato intiepidire. Successivamente ho aggiunto 300 gr di yogurt ed ho mescolato bene. Ho servito la crema calda aggiungendo un po’ di caprino e dell’erba cipollina. L’occasione era davvero speciale. Piace anche ai bambini!

mercoledì 19 ottobre 2011

martedì 18 ottobre 2011

Identità London 2011

Tutte le info qui.

domenica 16 ottobre 2011

Cheesecake

Non mi sono ancora cimentato nelle ricette proposte dal libro che ho acquistato da Junior’s a New York, tempio della cheesecake, ma ne ho preparata una seguendo la ricetta di famiglia.

Ingredienti:
150 g di biscotti secchi
90 g di burro
250 g di mascarpone o cream cheese8
250 g di ricotta
3 uova
100 g di zucchero
1 bustina di vanillina
un cestino di fragole
mezzo limone

Per la base della cheesecake ho sciolto del burro che ho aggiunto ai biscotti secchi precedentemente sbriciolati, ho mescolato bene ed ho rivestito lo stampo per dolci rotondo.
Ho riposto lo stampo in frigorifero per circa 1 ora. Nel frattempo ho montato i tuorli con lo zucchero e successivamente ho incorporato la ricotta, il mascarpone e la vanillina. Durante l’incorporazione ho sempre mescolato al fine di ottenere un composto liscio e con la giusta densità. Ho poi aggiunto gli albumi montati a neve. Ho messo la “crema” ottenuta nello stampo ed ho infornato per circa 50 minuti a 150 gradi. Per la guarnizione ho frullato un cestino di fragole aggiungendo un cucchiaio di zucchero ed il succo di mezzo limone. Quando la cheesecake si è raffreddata, l’ho messa in frigorifero, consiglio di toglierla dallo stesso almeno 30 minuti prima di consumarla.

sabato 15 ottobre 2011

Pizza

Il forno nuovo ha superato la prova pizza. Da aggiustare qualcosina, ma il risultato è stato buono. Ingredienti per una teglia:

700 gr di farina
mezzo cubetto di lievito naturale
1 cucchiaino e mezzo di sale
1 tazza e mezza di acqua
2 cucchiai d'olio evo
mozzarella
pomodoro
origano
condimento a piacere

Ho impastato la farina con la planetaria aggiungendo il lievito sciolto in un bicchiere d’acqua tiepida, l’olio, il sale ed altra acqua fino ad avere un impasto morbido e liscio. Potete aggiungere acqua o farina in base alla consistenza che desiderate ottenere. Ho lasciato la pasta nel bicchierone e l’ho messa a lievitare nel forno, preriscaldato a 50 gradi, per circa 3 e mezza ore. Il bicchierone l’ho coperto con la pellicola trasparente, ma potete utilizzare anche un canovaccio. Solitamente cospargo l’impasto con un filo d’olio. Dopo la lievitazione ho steso la pasta nella teglia del forno, ho aggiunto la passata di pomodoro ed ho infornato per circa 10 minuti a 250 gradi. Successivamente ho aggiunto la mozzarella, l’origano ed il condimento a piacere (in questo caso prosciutto cotto ed olive). Ho fatto cuocere sempre a 250 gradi per altri 20/25 minuti. Pizza pronta, tutti in tavola e non dimenticate la birra!

venerdì 14 ottobre 2011

giovedì 13 ottobre 2011

E' arrivato!

La prima torta è venuta bene, ora lo proverò per cuocere altro, molto altro...

mercoledì 12 ottobre 2011

martedì 11 ottobre 2011

Manzo all'olio..

..o manzo all’olio di Rovato, essendo lì nata questa ricetta. Prima di cucinarlo mi sono fatto un’idea leggendo più ricette a partire da quella, “forse” originaria, presente nella raccolta di Donna Veronica Porcellaga. Ho messo insieme più informazioni per poi procedere un po' a modo mio. Ho preparato un pezzo di cappello del prete da circa un chilo, acquistato dal mio macellaio di fiducia, 2/3 acciughe, olio evo e del sale grosso. Ho riposto la carne in una casseruola e l'ho ricoperta interamente con acqua ed un bicchiere e mezzo di olio. Ho aggiunto un cucchiaino e poco più di sale e le acciughe fatte a pezzetti. Ho portato ad ebollizione ed ho fatto cuocere la carne a fuoco medio per circa 3 ore e mezza. A parte ho preparato un trito di prezzemolo, acciughe, capperi, aglio sale e pepe da servire insieme alla carne. Come abbinamento ho preparato una polenta morbida, ma ci stanno bene anche delle patate bollite prezzemolate. La carne risulterà essere molto morbida e nonostante i pochi ingredienti aggiunti, molto saporita. Tutti in Franciacorta!!

domenica 9 ottobre 2011

Zucca

Nella preparazione di questa ricetta sono andato a braccio senza pesare gli ingredienti, di conseguenza di seguito troverete la pura e semplice preparazione di questa crema di stagione. Tagliate una zucca di medie dimensioni e mezzo porro, mettete il tutto in una pentola, coprite con acqua ed aggiungete il sale. Portate ad ebollizione e fate ammorbidire la zucca, il tempo varia in base alla dimensione dei pezzi tagliati. Di tanto in tanto sentite voi la consistenza con una forchetta. La zucca non deve diventare troppo molle. A cottura ultimata togliete un po’ di acqua dalla pentola ma conservatela, in caso sia necessario rendere più morbida la crema, e frullate il tutto con il Minipimer. A parte tritate a mano degli amaretti, circa due per piatto, e tagliate il caprino in parti uguali (tre o quattro). Versate la crema nel piatto, adagiate nel centro il caprino e spolverate con l’amaretto. Servitela calda e buon appetito, anche se non è ancora Halloween!

sabato 8 ottobre 2011

giovedì 6 ottobre 2011

martedì 4 ottobre 2011

lunedì 3 ottobre 2011

Cena crudista..

.. a Miami, a casa di un amico cubano. Ottima!

domenica 2 ottobre 2011

L'uovo di Paolo Parisi

Preparato da Parisi. Una delizia, o meglio, di più. Dal suo sito; un uovo particolare, pulito da quel gusto di "fresco" che le uova, anche le migliori, hanno. Diverso soprattutto nel tuorlo, più molle, grasso, leggero, con una struttura proteica fuori dal comune, più lunga, con la capacità di incorporare, se montato, anche tre volte l'aria di un tuorlo qualsiasi. Infine, ha un leggero gusto "mandorlato", apprezzabile nel finale degustando il tuorlo crudo o comunque liquido. Splendido nella sua essenza, è interessante riscontrare la leggerezza che conferisce nelle lavorazioni in cui viene impiegato: zabaione, maionese, creme, ecc.

sabato 1 ottobre 2011

giovedì 29 settembre 2011

Couscous di Cavoletto

Sulla strada del couscous sono stato ispirato da una ricetta di Cavoletto. Premetto che non l’ho seguita fedelmente, ma l’ho adattata in base a quello che avevo in casa. Per la ricetta originale, e come è giusto che sia, andate qui. Al posto dei pomodori cuore di bue ho utilizzato dei pomodorini di Pachino ed invece del peperoncino, che stranamente ho scoperto di avere terminato, ho usato qualche goccia di olio “Conte di Bellomonte” al peperoncino. Cin Cin, Couscous!

domenica 25 settembre 2011

Sister Act

Dal 27 ottobre al Teatro Nazionale di Milano. Tutte le info qui .

mercoledì 21 settembre 2011

Masterchef Italia

In anteprima assoluta, il talent show culinario più famoso al mondo in autunno sbarca in Italia, patria della buona cucina e dei più grandi chef, in prima tv su Cielo (canale 26). MASTERCHEF ITALIA ti aspetta dal 21 settembre con la sfida in prima serata ogni mercoledì e tutti i giorni a pranzo, dal lunedì al venerdì, con un vero e proprio magazine di cucina, con ricette della migliore tradizione italiana ed internazionale proposte da concorrenti e ospiti illustri che, attraverso le loro specialità, racconteranno di sè.
Ogni settimana, adrenalina pura ai fornelli con la sfida in prime time degli aspiranti chef. Talento, passione, creatività, coraggio e tenacia sono gli ingredienti che dovrà dimostrare di possedere il migliore per essere incoronato primo MasterChef Italiano che si aggiudicherà inoltre un premio in denaro e vedrà pubblicato il libro (edito da RCS Rizzoli) con le sue ricette originali.Gli aspiranti cuochi saranno sottoposti a durissime prove di ogni tipo non solo in studio, ma anche in esterna: dal piatto raffinato per ambasciatori alla grigliata per camionisti.
Per giudicare la loro preparazione, MasterChef ha selezionato una giura di altissimo livello composta da tre chef di fama internazionale: il fuori classe della cucina italiana Carlo Cracco (il suo ristorante milanese è tra i 50 migliori al mondo), il pluristellato chef Bruno Barbieri (lo chef italiano che ha il maggior numero di stelle Michelin insieme a Gualtiero Marchesi) e, direttamente dalla versione americana di MasterChef, Joe Bastianich, bandiera della gastronomia italiana negli Stati Uniti, con 20 ristoranti italiani da Los Angeles a New York. Saranno loro a scegliere chi dovrà abbandonare lo show e chi invece potrà proseguire la propria corsa verso il titolo di MasterChef.

domenica 18 settembre 2011

Peperone di Carmagnola

Ogni anno, agli inizi di settembre, Carmagnola ospita la Sagra del Peperone, un evento importante non soltanto per la valorizzazione del prodotto tipico della città, ma anche perchè ci permette di conoscere meglio le bellezze artistiche, le tradizioni e la cultura di Carmagnola. Da anni la Sagra riscuote un crescente afflusso di pubblico: oltre alla tradizionale esposizione di peperoni e ai relativi concorsi, alle degustazioni, alla sfilata di "Re Povron" e la "Bela Povronera" e alle esibisizioni dei gruppi Folkloristici carmagnolesi si affiancano serate musicali e spettacoli di vari gruppi nonchè un'area commerciale dedicata agli espositori. Il peperone di Carmagnola: conosciuta allora in Europa da poco piu' di un secolo, la pianta del peperone giunse a Carmagnola agli inizi del Novecento, introdotta da un orticoltore di Borgo Salsasio. Oggi il peperone di Carmagnola è una risorsa fondamentale per l'agricoltura e l'economia di questa zona ed è un alimento conosciuto ed apprezzato in Piemonte e in Italia per il suo colorito giallo intenso o rosso vivace, il suo profumo e le sue caratteristiche di qualità e genuinità. Vi sono quattro tipologie riconosciute dal Consorzio dei produttori che hanno denominazione di "Peperone di Carmagnola": il Quadrato (il bragheis), il Corno di bue (il lung), la Trottola e il Tumaticot.


Per Informazioni: 011.9724270 / 011.9724222 / 334.3040338.

sabato 17 settembre 2011

Cheese 2011


16 - 19 settembre, Bra (Cuneo). Tutte le info qui.

Vero Showman

Milano, Teatro Smeraldo. Massimo Ranieri in "canto perchè non so nuotare".

sabato 10 settembre 2011

Couscous o cous cous

Il couscous, granelli di semola che accompagnati da altri alimenti formano un piatto davvero “unico”! Uno dei più buoni lo ha preparato anni fa, nella lontana Baltimora, il mio amico Rick. Era un pranzo estivo, eravamo a casa di Rick, io, Elisabetta detta Lilly e Marco. Un pranzo indimenticabile.., ed è li che ho imparato a preparare questa pietanza che fonda le sue origini nel Nordafrica.
Come ho preparato quello che vedete nella foto.., ho lessato i ceci, tagliato a striscioline il pollo ed a cubetti un paio di zucchine ed una melanzana. Ho rosolato il tutto nel wok, separatamente, con una base di olio e mezza cipolla (due tipi, una bianca francese ed una rossa di tropea). 5 minuti per le verdure e 10 minuti per il pollo. Sale e pepe q.b.. Successivamente ho preparato il couscous (Tipiak). 130 g circa per 2 persone. Per 400 g di couscous ho portato a bollore 50 ml di acqua salata. Nel frattempo ho rosolato, per un paio di minuti, il couscous in un filo d’olio nel wok utilizzato per preparare il pollo e le verdure. Ho spento il fuoco dell’acqua, ho versato il couscous e l’ho lasciato fermo per 4 minuti, successivamente ho riacceso il fuoco a fiamma bassa ed ho mescolato ininterrottamente per 3 minuti (al dente). Poi ho messo il couscous nel wok ed ho aggiunto il pollo, le melanzane, le zucchine ed i ceci, mescolando bene il tutto. Ho versato un filo d’olio, unito del prezzemolo e l’ho lasciato riposare per circa 5/6 ore. L’ho servito così, a temperatura ambiente. E’ un piatto che si può servire freddo o caldo. Magari da gustare guardando il film "La Graine et le Mulet" (Cous cous di Abdellatif Kechiche).

giovedì 8 settembre 2011

Woody!

Per Woody tutto ok, sfortunatamente la guardia del corpo, italiana, non ha ben inteso lo scambio di battute tra me ed il celebre "umorista" classe '35.

giovedì 1 settembre 2011

giovedì 14 luglio 2011

Notte

da Rick, NYC, da Dumbo verso Manhattan e BK bridge.

lunedì 11 luglio 2011

Pringles Festival

Milano, via Boccaccio ore 18.30. Con l'acquisto di 3 tubi Pringles ricevi una cassa amplificata. Vedi come qui.

sabato 9 luglio 2011

Besuschio

Per trovare una pasticceria così bisogna andare a Parigi. Nemmeno a Milano ne ho scovata, per ora, una simile. Ce ne sono di buone, ottime, certo, ma così complete, raffinate, invitanti è proprio dura. Per non parlare poi della qualità e del risultato finale. Da provare. Ottimo il gelato.

BESUSCHIO
Piazza Marconi 59
Abbiategrasso

martedì 5 luglio 2011

8st NYC

da Rick, ore 8 pm (ora locale) guardando verso nord.

martedì 21 giugno 2011

mercoledì 15 giugno 2011

London Thai

Patara Fine Thai Cuisine
15 Greek St., London W1D 4DP
Tel: 0207 437 1071

Non è ancora finita!

domenica 22 maggio 2011

Richard Scott

Tutte le sue opere virtualmente qui , a Milano le trovate alla Galleria Glauco Cavaciuti.

giovedì 19 maggio 2011

mercoledì 18 maggio 2011

Fiore

Uno dei miei primi quadri.

Firenze Gelato Festival

Saranno cinque giorni da acquolina in bocca! Sarà la settimana più dolce e golosa dell'anno! Torna nel cuore di Firenze dal 25 al 29 maggio 2011 il Firenze Gelato Festival, l'evento completamente dedicato al mondo del gelato!